Aggiornamenti



Con Provvedimento 29 aprile 2020, n. 79, il Garante della privacy ha espresso parere favorevole alla proposta normativa elaborata dal Governo per il tracciamento dei contatti tra soggetti mediante apposita app, nell'ambito delle strategie di contenimento dell'epidemia Covid-19.Secondo il Garante, il sistema di contact tracing predisposto non appare in contrasto con i principi di protezione dei dati personali.

È stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 16 alla Gazzetta Ufficiale n. 110 del 29 aprile 2020, la Legge n. 27 del 24 aprile 2020 di conversione, con modificazioni, del DL n. 18/2020 (cd. Decreto 'Cura Italia'), recante 'Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19. Proroga dei termini per l'adozione di decreti legislativi'.

L'INPS, con il Messaggio n. 1800 del 29 aprile 2020, comunica che, alla luce dell'attuale situazione di emergenza da coronavirus, non è più necessaria la sottoscrizione da parte del lavoratore del modello IS/Agr.1/bis (cod. 'SR43'), che il titolare/legale rappresentante dell'azienda agricola deve compilare ed inviare telematicamente per richiedere il pagamento diretto della cassa integrazione con la nuova causale 'COVID-19 CISOA' a favore dei lavoratori agricoli.A titolo informativo, l'Istituto comunica inoltrel'istituzione della casella istituzionale CISOAFACILE@inps.it, per fornire assistenza amministrativa alle aziende e agli intermediari richiedenti la prestazione di CISOA;che le aziende e gli intermediari dovranno continuare ad utilizzare la casella istituzionale HELPCISOA@inps.it per i quesiti di natura procedurale;l'istituzione della casella CISOASEDI@inps.it per fornire supporto amministrativo alle Strutture territoriali.

In data 28 aprile 2020, il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha pubblicato sul proprio portale istituzionale un ulteriore gruppo di FAQ in merito alle nuove misure economiche assunte dal Governo per contrastare l'emergenza COVID-19.In particolare, il MEF ha chiarito che:i lavoratori assunti dopo il 23 febbraio 2020 (data di pubblicazione del DL n. 6/2020), ma anteriormente al 5 marzo 2020 (data di conversione del decreto), non hanno, in base alle disposizioni vigenti, diritto ad accedere alla Cassa integrazione;sarà riconosciuta la Naspi ai dipendenti il cui contratto a termine scada in queste settimane e non venga rinnovato.

L'Agenzia delle Entrate in una Faq pubblicata sul sito, ha precisato che in caso di accordo di riduzione del canone di locazione abitativo, il locatore che intende registrare tale modifica contrattuale può farlo anche in questo periodo, non pagando le imposte di registro e di bollo. La richiesta può essere effettuata tramite PEC o e-mail a cui si dovrà allegare:la scansione dell'accordo di riduzione;il modello 69 debitamente sottoscritto;la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, resa dal richiedente, in cui lo stesso dichiara il possesso dell'originale dell'accordo e della conformità dello stesso all'immagine inviata, nonché l'impegno a depositare in ufficio l'atto in originale al termine del periodo emergenziale. Il richiedente deve poi specificare che la registrazione è esente da imposte ai sensi dell'art. 19, comma 1, D.L. n. 133/2014;la copia del documento di identità del richiedente la registrazione dell'accordo e che ha sottoscritto la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà. La domanda di registrazione va indirizzata all'ufficio presso il quale era stata registrata la locazione oggetto di modifica. Si ricorda che rimane comunque possibile effettuare l'adempimento senza sanzioni entro il 30 giugno 2020, in quanto l'art. 62, commi 1 e 6, D.L. n. 18/2020 ha disposto la sospensione degli obblighi tributari in scadenza tra l'8 marzo e il 31 maggio 2020.